Nandina domestica


Nandina-domestica



Caratteristiche generali della Nandina domestica

La Nandina domestica, una pianta cespugliosa originaria dell’Asia. La pianta appartenente alla famiglia delle Berberidaceae, conosciuta anche come Bambù sacro, presenta portamento cespuglioso o arbustivo.

I fusti eretti e ramificati sono spogli alla base e ricchi di foglie nelle parte superiore.

nandina-domestica-foglie

Le foglie ovali e con apice appuntito, dal colore verde chiaro virano verso il rosso bruno nei  mesi invernali.

20141005_153308

Dai fiori riuniti in racemi apicali di colore bianco-crema nascono splendide bacche di colore verde che a maturazione assumono un bellissimo colore rosso cremisi.

Nandina-domestica-bacche
Le bacchefrutti, contenenti un seme, persistono sulla pianta per tutto il periodo invernale e spesso vengono utilizzate per vivaci decorazioni natalizie.

Fioritura: la Nandina fiorisce nel periodo primavera-estate.

Nandina-foto

Coltivazione Nandina domestica

Esposizione: La Nandina domestica non richiede particolari esigenze ambientali, tollera le basse temperature, le esposizioni in pieno sole e quelle semiombrose.

Terreno: pur adattandosi a qualsiasi terreno, preferisce terreni soffici e ben drenati arricchiti periodicamente con concimi organici.

Innaffiature: gli esemplari adulti si accontentano dell’acqua piovana e di innaffiature occasionali in caso di forte siccità. Le piante giovani, invece, sono più esigenti di acqua e nei periodi siccitosi richiedono regolari innaffiature che vanno eseguite però solo quando il terreno è completamente asciutto.

Concime-granulare

Concimazione: fertilizzare periodicamente la pianta con del concime organico granulare a lento rilascio ricco in macro e microelementi.

Nandina-coltivazione

Moltiplicazione Nandina

Per seme che generalmente viene raccolto a fine autunno e seminato in tarda primavera.

Per divisione dei polloni basali che vanno asportati con pezzi di radici ben sviluppate.

Per talee semilegnose prelevate in Luglio – Agosto o talee  legnose prelevate  all’inizio dell’autunno.

Nandina-domestica-potatura

Potatura Nandina

Potatura basale degli steli vecchi e spogli al fine di favorire l’emissione di nuovi getti.

nandina

Parassiti e malattie della nandina domestica

La Nandina domestica teme gli attacchi degli afidi e degli acari. Tra le malattie le fungine soffre il marciume delle radici causato da eccessivo apporto idrico.

Nandina-Blooms

Varietà di Nandina

Tra le tante cultivar ricordiamo: lAlba, a bacche bianco crema; la Moyers Red, con racemi fiorali rosa carico e bacche di un intenso cremisi; Royal Princess a portamento eretto e la Umpqua warrior con fiori e bacche di grandi dimensioni.

Nandina domestica velenosa?

E’ una pianta leggermente tossica per l’uomo. E’ velenosa per i gatti e per i roditori.

Galleria foto Nandina domestica

Commenti: Vedi tutto

  • guido abate - - Rispondi

    Buongiorno, posseggo in giardino delle bellissime: Nandina Domestica, che fanno delle stupende bacche rosse e bianche.
    La loro altezza ora raggiunge circa due metri e vorrei capire come è meglio potarle. Va bene se le taglio drasticamente a metà?
    Ringraziando porgo cordiali saluti. Guido

    • LauraB - - Rispondi

      Ciao, la Nandina domestica di qualunque varietà ( “Alba” a bacche bianco crema, la “Moyers Red”, con bacche di un intenso cremisi e altre varietà nane, “Royal Princess” a foglioline più piccole e portamento estremamente eretto) non emette rami secondari e pertanto gli interventi di potatura (primavera) vanno limitati a rimuovere i rami spogli e vecchi di piante ben attecchite mediante tagli basali o al massimo ad un quarto dell’altezza originale, utilizzando cesoie ben affilate e disinfettate.

  • Paghera - - Rispondi

    Qualcuno conosce o ha visto una Nandina domestica Albina ( completamente Bianca rami e foglie) ci é nata in primavera e tuttora é alta 50 cm

Lascia una risposta