Hebe coltivazione


Hebe-fiori

L’Hebe è una pianta arbustiva ornamentale facile da coltivare in vaso e in piena terra nel giardino, apprezzata per il suo fogliame decorativo e per la sua prolungata e cospicua fioritura.

Hebe in fiore



Caratteristiche Hebe

L’Hebe o Ebe spesso confusa con la Veronica una pianta perenne sempreverde sempre della famiglia Schropulariacee proveniente dall’Australia e dalla Nuova Zelanda.

La parte aerea è formata da esili fusti semilegnosi di colore rossastro ricoperti da numerose foglie cerose, lanceolate o ovali a margini lisci.

Il colore delle foglie è verde ma in molte specie è screziato di macchie bianche o gialle.

Hebe-foglie

Sugli steli, alla base delle ascelle fogliari, durante il periodo della fioritura, compaiono i fiori, delle grandi infiorescenze a pannocchie, di colore rosa, viola o bianco simili a quelli della Veronica.

I fiori piccoli e poco appariscenti sono inseriti sulle parti apicali degli steli e nelle intersezioni dei nodi fogliari.

Hebe-pianta-arbustiva

Fioritura: il periodo della fioritura varia a seconda della specie; la varietà più coltivata fiorisce per tutta l’estate altre da settembre in poi. Altre ancora, fioriscono anche nella stagione autunnale o nel pieno dell’inverno.

Hebe-fioritura

Coltivazione Hebe

Esposizione: ama i luoghi soleggiati per molte ore del giorno. Teme il freddo e i venti gelidi. Le piante allevate in vaso, nel periodo invernale, vanno trasferite in zone protette.

Terreno:si sviluppa bene in qualunque tipo di terreno anche se predilige quello soffice, umido, fertile e ben drenato.

Annaffiature: non ama il terreno secco e quindi annaffiare regolarmente e abbondantemente soprattutto nei periodi di prolungata siccità. Nei periodi di gran caldo è consigliabile annaffiare almeno una volta al giorno nelle ore più fresche del giorno (il mattino presto o in tarda serata).

Concimazione: dalla primavera all’autunno concimare la pianta una volta al mese somministrando del fertilizzante specifico per piante da fiore diluito nell’acqua delle annaffiature. In alternativa si può utilizzare del concime granulare a lenta cessione che va somministrato però ogni 2- 3 mesi.

Concime-granulare

Moltiplicazione della Hebe

L’hebe si moltiplica per seme e per talea.

Alla semina che non assicura piante con le stesse caratteristiche di quella madre si preferisce propagazione mediante talea.

Moltiplicazione dell’hebe per talea

La propagazione per talea si effettua in primavera prelevando con forbici ben affilate e disinfettate dei rametti lunghi circa 10-15 cm, che vanno messi a radicare in un miscuglio di torba e sabbia in parti uguali fino alla comparsa di nuove foglioline. A radicazione avvenuta, le giovani piante vanno lasciate irrobustire per poi essere allevate in vasi singoli per almeno 2 anni prima di essere messe  a dimora definitiva.

Trapianto della Hebe

A radicazione avvenuta (comparse di nuove foglie). Le nuove piante vanno coltivate in vaso per almeno due prima di essere trapiantate in piena terra.

La buca destinata ad accogliere la pianta dovrà essere avere il diametro il doppio del vaso.

rinvaso

Rinvaso della Hebe

Il rinvaso si effettua in primavera ogni 2 anni o quando le radici fuoriescono dai fori di drenaggio dell’acqua delle annaffiature. Si utilizza un contenitore più grande del precedente e del terriccio nuovo, fresco con pH leggermente acido.

Hebe-cimatura

Potatura dell’Hebe

Per favorire l’emissione di nuovi getti basali la pianta va potata dopo la fioritura cimando le parti apicali degli steli con forbici o cesoie disinfettate e ben affilate.

Pacciamatura-foto

Parassiti e malattie parassiti dell’Ebe

La Hebe è una pianta molto resistente alle malattie fungine e agli attacchi dei comuni parassiti animali. Per favorire la fioritura è consigliabile asportare le parti sfiorite.

In inverno proteggere le piante allevate a dimora con una leggera pacciamatura di foglie secche o con un leggero strato di paglia.

Varietà di Hebe

Tra le varie specie di piccole o grandi dimensioni la più conosciuta è:

  • l’Ebe x andersonii variegata: chiamata comunemente Veronica Variegata è una pianta cespugliosa con fusti ricoperti da lunghe foglie ellittiche di colore verde scuro, con evidenti striature centrali grigio-verdastre e bianco crema ai margini. Da metà estate all’autunno produce spighe composte da numerosi fiori di colore viola pallido. Questa specie è ideale per realizzare bordure nei giardini.

Suggerimenti e curiosità

Per dare maggiore risalto alla pianta si consiglia di impiantarla con l’erica o il ciclamino.

Galleria foto Hebe

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta