Coronilla valentina coltivazione


fiori-Coronilla-valentina

La Coronilla valentina è una pianta arbustiva appartenente alla famiglia delle Leguminose o Fabaceae, coltivata a scopo ornamentale per la bellezza dei suoi profumatissimi fiori simili a quelli della polygala, della ginestra o della Cassia, nelle aiuole dei giardini e in vaso.



Caratteristiche generali della Coronilla

La Coronilla valentina è una pianta a portamento rampicante che può superare anche i 2 metri di altezza. La pianta è composta da lunghi re fitti rametti ricoperti da foglie coriacee e persistenti di colore verde con riflessi bluastri.

foto-Coronilla_valentina

I fiori riuniti in grappoli di colore giallo o rosa sono intensamente profumati.

coronilla-fiori-rosa

I frutti sono sono delle silique (baccelli) verdi simili contenenti 3-5 semi oblunghi simili a fagioli.

Coronilla_valentina_frutti

Fioritura: la pianta fiorisce da febbraio fino a maggio inoltrato.

coronilla_valentina

Coltivazione Coronilla valentina

Esposizione: preferisce i luoghi luminosi e soleggiati per molte ore al giorno; tollera abbastanza bene anche le basse temperature.

Terreno: predilige terreni soffici, umidi, sabbiosi o calcarei ben drenati.

Annaffiature: la pianta allevata in piena terra generalmente si accontenta delle acque piovane ma è consigliabile annaffiarla frequentemente in estate e nei periodi siccitosi.

Concime-granulare

Concimazione: dall’autunno alla primavera concimare la pianta ogni 3 mesi con concime granulare trivalente a lento rilascio. In estate sospendere le concimazioni.

Moltiplicazione Coronilla

La Coronilla valentina si riproduce per seme e per talea. Le talee di getti apicali vanno messi a radicare in un mix di sabbia e torba.

Potatura e impianto della Coronilla

A fine fioritura o alla fine dell’inverno potare gli steli secchi e quelli danneggiati dal freddo per favorire l’emissione di quelli nuovi.

L’impianto va effettuato in primavera in buche larghe e profonde il doppio del pane di terra che avvolge le radici.

Dopo un settima dall’impianto concimare la pianta con dello stallatico maturo.

Afidi-neri

Malattie e Parassiti

E’ una pianta molto resistente e raramente viene attaccata da malattie fungine come la ruggine e da parassiti animali come gli afidi neri.

Galleria foto Coronilla

Continua: Eliotropo coltivazione





Lascia una risposta