Calendula officinalis coltivazione


calendula

La calendula è una piante erbacea annuale o perenne coltivata a scopo ornamentale e per le sue proprietà fitoterapiche.

calendule-fiori



Caratteristiche della Calendula

La calendula è una pianta officinale appartenente alla alla famiglia delle Asteraceae.

Le piantine erbacee presentano un apparato radicale fitto dal quale si originano fusti eretti o pendenti ricoperti da una fitta peluria.

Gli steli portano numerose foglie verdi spatolate leggermente dentate ai margini ricoperte da una leggera ma fitta peluria.

calendula-coltivazione

I fiori sono capolini di colore giallo-arancio con una corolla composta da numerosi e lunghi petali ligulati somiglianti a quelli della margherita.

I semi, a forma di falce, sono situati sotto la corolla.

calendula-fiore

Fioritura: fiorisce dall’inizio dell’estate e fino a novembre inoltrato.

calendula-officinalis

Coltivazione della Calendula

Esposizione: la calendula ama i luoghi soleggiati, ma cresce bene anche in posizioni semiombrose.

Terreno: si adatta a qualsiasi tipo terreno anche se preferisce quelli soffici, ricchi di sostanze organiche e ben drenati.

calendula-trapianto

Annaffiature: sono piante che si accontentano dell’acqua piovana, ma nei periodi di prolungata siccità è consigliabile fornire regolarmente acqua per favorire la fioritura.

Concime-granulare

Concimazione: concimare ogni 2 – 3 settimane con concime per piante da fiore, diluito nell’acqua delle annaffiature.

calendule

Moltiplicazione della Calendula

La moltiplicazione della calendula avviene per seme. La semina va fatta a Marzo generalmente in piena terra dopo aver lavorato ben bene il terreno.

semina-semenzaio

Invece se la semina viene effettuata in semenzaio, dopo un mese dalla germinazione (circa 15 giorni) bisogna trapiantare le nuove piantine direttamente in piena terra o in vasi singoli.

Olio di calendula - preparazione

Potatura della calendula

Per favorire l’emissione di nuovi germogli laterali e quindi la fioritura è bene cimare gli apici vegetativi primari.

oidio-mal bianco

Malattie e parassiti della Calendula

Le piantine di Calendula sono soggette all’attacco dell’oidio o mal bianco una malattia fungina che si manifesta con depositi polverosi bianchi su steli e foglie.

calendula

Usi della Calendula

Le piante vengono utilizzate a scopo ornamentale per abbellire terrazze e giardini.

In medicina

Note fin dai tempi antichi le proprietà della calendula. Con  i fiori essiccati della Calendula officinalis si preparano decotti per curare dolori mestruali, gastriti e cicatrici. Utile anche come agente contro acne e brufoli.

Olio di calendula - ricetta

In cosmesi

L’industria cosmetica usa fiori di calendula per la preparazione di creme protettive per il corpo.

fiore-calendula

Linguaggio dei fiori

La calendula  simboleggia il dispiacere, il dolore e le pene d’amore.

Galleria foto Calendula

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta