Prugne secche

Come essiccare le prugne o susine e quali sono i metodi casalinghi? Come essiccarle nel forno e al sole? Come conservarle per tutto l’inverno? Quante calorie apportano?

Prugne essiccazione

I metodi casalinghi e tradizionali per essiccare e conservare per tutto l’inverno le prugne raccolte in abbondanza nel frutteto.

prugne

Le prugne sono una buona fonte di potassio, di vitamina A e di antiossidanti. Fresche o secche oltre a regolarizzare l’attività intestinale ed epatica sono energetiche, diuretiche, lassative, disintossicanti e decongestionanti.
marmellata-prugne

Con le prugne oltre alla buona e genuina marmellata, si possono preparare ottime crostate, strudel e salse delicate ottime per accompagnare raffinati secondi piatti a base di carne.

prugne-susine

Procedimento per l’essiccazione al forno delle prugne o susine

Lavate le prugne sotto il getto della fontana e poi asciugatele con un canovaccio pulito o con carta assorbente da cucina.

prugne-essiccate

Dividete le  prugne a metà lasciandole però attaccate da un lato e asportate il nocciolo.

Rivestite con della carta da forno una teglia e poggiateci su le prugne n uno strato unico evitando di sovrapporle, quindi infornatele a 120°. Controllare che perdano acqua ma non si secchino totalmente.

Lasciate essiccare le prugne per circa un’ora o più a seconda della loro grandezza. Lasciate raffreddare le prugne direttamente nel forno e poi disponetele in recipienti sterili.


Conservate i barattoli con le prugne in un un luogo asciutto e lontano da fonti di calore.

prugne-nere

Procedimento per essiccare le prugne al sole

La tradizione prevede che le prugne vengano essiccate al sole ecco come fare. Lavate ed asciugate le prugne poi disponetele su un vassoio metallico con il fondo a rete. Coprite le prugne con un velo e poi mettete il vassoio in un posto soleggiato per molte ore al giorno per almeno 10 giorni. La sera ritirate il vassoio all’interno e girate le prugne.

Quando avrete ottenuto le vostre prugne secche, potrete conservarle nei vasetti di vetro sterili o sottovuoto.

susine-essiccate

Usi delle prugne secche

Le prugne secche possono essere consumate giornalmente da tutti coloro che soffrono di stitichezza ottime anche  preparate con il rum.

Liquore di prugne secche

Chi, invece, segue una dieta dimagrante deve tener presente che le prugne secche hanno un apporto calorico maggiore di quelle fresche, infatti forniscono 220 Calorie per ogni 100 grammi di polpa.

Altre ricette con le prugne:

Galleria foto ricette prugne

Continua: Liquore di prugne secche






COMMENTI

  • Sondaggi remunerati - - Rispondi

    Un metodo semplice,più facile di quello che pensavo! Provo a essiccare le prugne al forno, vi faccio sapere.

  • annalisa - - Rispondi

    Vorrei preparare qualche vasetto di prugne secche la mamma di una amica le prepara semplicemente mettendole in unico strato al forno a bassa temperatura cospargendole con una manciata di zucchero in maniera che rilasciando la loro acqua si formi un delizioso sughetto poi le ripone nei vasi e li sterilizza per un minuto soltanto, Vorrei un suo parere se questo procedimento può essere attendibile, pare che a lei si mantengano benissimo e siano ottime.

Vedi tutto

Lascia una risposta