Acqua di melanzane per diete dimagranti


Acqua di melanzane per diete dimagranti

Ingredienti Ricetta

  • Melanzana 1
  • Acqua 1 litro
  • Succo di limone 1

Che cos’è l’acqua di melanzane?  Come si prepara e come si assume per perdere i chili di troppo, eliminare soprattutto il grasso addominale, combattere la stitichezza ed abbattere i livelli alti di colesterolo e trigliceridi? Come e per quanto tempo assumerla? Quali sono le controindicazioni o gli effetti collaterali?

acqua-di-melanzane

L’acqua di melanzane ricca di fibre, sali minerali, fibre, vitamine, antiossidanti è un valido rimedio naturale per tenere sotto controllo il proprio peso in quanto aiuta bruciare i grassi soprattutto quello addominale; aiuta ad eliminare le tossine accumulate nei tessuti favorendo la diuresi; favorisce lo svuotamento intestinale eliminando il tal modo il ristagno delle scorie provenienti dalla digestione di altri alimenti; regola la concentrazione del glucosio, del colesterolo e dei trigliceridi nel sangue; contrasta l’invecchiamento precoce in quanto funziona da potente antiossidante ed apporta, inoltre, molti nutrienti indispensabili per il corretto funzionamento del nostro organismo.

Infine da studi accreditati sembra svolgere anche una funzione antitumorale.

Il modo più semplice per perdere peso gradualmente è grazie all’acqua melanzane mescolata con succo di limone o di arancia.

acqua di melanzane-ingredienti

Si tratta di un acqua bruciagrassi che aiuta a perdere in breve tempo i chili di troppo, facile da preparare seguendo due modi diversi: mediante bollitura delle melanzane con tutta la buccia o semplicemente mediante macerazione di tocchetti di melanzane privati della scorza.

Melanzane

In entrambi i casi vi occorrono melanzane di media grandezza con polpa soda, compatta, priva di semi e preferibilmente proveniente da agricoltura biologica per avere la certezza che non sia stata trattata con pesticidi e anticrittogamici vari.



1. Preparazione dell’acqua di melanzane mediante bollitura

Per prima cosa pulite la buccia della melanzane con un canovaccio pulito poi lavatela accuratamente sotto il getto della fontana.

melanzane-lavaggio

Asciugatela con uno straccio.

melanzana-asciugatura

Eliminate il peduncolo.

melanzane-pulizia

Tagliate la melanzane a fette, dello spessore di circa un centimetro e mezzo (compresa la buccia).

Melanzane-fette

Mettete le fette di melanzane in una pentola di acciaio e copritele con l’acqua.

acqua -melanzane-dieta-dimagrante

Mettete la pentola sul fornello del gas e fate bollire per 15 minuti calcolando il tempo dal momento in cui l’acqua prende il bollore.

Trascorso il tempo indicato, lasciate raffreddare. Trasferite il composto ottenuto in una caraffa termica.

Lavate il limone, asciugatelo, dividetelo a metà e spremetene il succo.

Versate il succo di limone nell’acqua di melanzane. Mescolate ben bene per amalgamare il tutto.  Tappate la caraffa e poi mettetela in frigo e lasciate in infusione per 12 ore tempo necessario alla melanzana di rilasciare i suoi principi attivi. L’aggiunta di limone migliora il sapore e ne potenzia l’efficacia.

melanzana-sbucciata

2. Preparazione dell’acqua o succo di melanzane a freddo

Questo metodo è molto semplice e come nel primo lavate la melanzana, asciugatela e poi sbucciatela con il pelapatate.

melanzane-polpa-dadini

Tagliate la melanzana a cubetti o dadini.

acqua-melanzane-preparazione

Prendete una caraffa di vetro  versatevi i cubetti di melanzana e poi copriteli con 500 ml di acqua fredda. Lasciate macerare per tutta la notte.

acqua-melanzane-bruciagrassi

Il giorno dopo filtrate l’acqua di melanzane, aggiungetevi un po’ di succo di limone o di arancia per migliorarne il sapore e per aumentare anche la quantità di antiossidanti.

Come e per quanto tempo bere l’acqua di melanzane?

L’acqua di melanzane va assunta prima dei pasti  principali e per almeno una settimana.

bisogna berne 1 bicchiere prima del pranzo e 1 prima della cena per ottenere degli ottimi risultati come: perdita di circa 2 chili a settimana (il metabolismo varia da persona a persona, quindi anche il numero di chili persi); sensibile riduzione del grasso addominale; eliminazione delle tossine e facilità di evacuazione intestinale.

Consiglio e suggerimenti

Vi consigliamo come sempre di non eccedere nelle dosi e nel consumo. Una volta al mese sarà più che sufficiente.
Per facilitare l’azione dell’acqua di melanzane vi suggeriamo anche seguire, per una settimana, una dieta soprattutto a base di insalate, verdure lesse, succhi di frutta di stagione e ridurre ovviamente il consumo di alimenti grassi, insaccati vari e farine raffinate.

Se bere l’acqua delle melanzane vi farà storcere il naso potete consumare questi preziosi ortaggi bruciagrassi in altri modi, bollite all’insalata, cotte al forno oppure grigliate ma mai crude in quanto come le patate, i peperoni e le altre Solanacee, contengono solanina una sostanza tossica che può provocare vomito e diarrea.

Calorie dell’acqua di melanzane

Si tratta di un preparato che ha un basso valore calorico, solo 25 Calorie per 100 grammi.

A chi fa male ?

Il consumo dell’acqua di melanzane è sconsigliato ai cardiopatici, a chi soffre di ipertensione, di patologie epatiche e a chi ha problemi di allergie varie in quanto potrebbe causare nausea, mal di gola, prurito e gonfiore.

Controindicazioni

Le melanzane non hanno controindicazioni.

Avvertenze: per l’assunzione  dell’acqua di melanzane si consiglia di consultare il parere del proprio medico di base.

Melanzane-caponata

Informazioni utili e curiosità sulle melanzane

Dal passato ad oggi questo ortaggio ha avuto nomi diversi: petonciana, poi melangiana (mela non sana) per la sua non commestibilità da cruda ed infine melanzana.

Si tratta di una pianta erbacea della famiglia delle Solanaceae proveniente dall’India, coltivata in tutti i paesi caratterizzati da un clima temperato. Tra i maggiori produttori al mondo dopo la Cina, l’India, l’Iran figura il nostro Paese il primo tra gli stati europei.

La melanzana è un ortaggio che si presta ad essere coltivata facilmente in piena terra ed anche in grossi vasi come riportato nella scheda: melanzana coltivazione.

Galleria foto melanzane

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta