Castagne conservazione

Metodi casalinghi per la conservazione delle castagne raccolte in abbonddanza durante le salutari passeggiate in montagna e nel castagneto.

Metodo della “novena” o dell’annegamento.

Il metodo della novena è un espediente antico ma efficace per conservare le castagne almeno fino a Natale, ossia per 2/3 mesi.

Procedimento

Tempo richiesto: 9 giorni.

Mettere le castagne in un contenitore, ricoprirle con acqua ed eliminare quelle che vengono a galla.

Per i primi 4 giorni, il sesto e il settimo dei nove, sostituire metà dell’acqua per consentire la fermentazione.

Il quinto e l’ottavo giorno sostituire tutta l’acqua.

Il nono giorno togliere le castagne dall’acqua, metterle in cassettini e farle asciugare e avendo per evitare che ammuffiscano rigirarle di tanto in tanto con le mani.

Conservare le castagne in sacchetti forati e in luoghi asciutti.

Metodo del congelamento

Un altro modo di conservare le castagne è quello di congelarle. Questo metodo consente di conservare le castagne per circa 6 mesi.

Procedimento:

Selezionare le castagne avendo cura di scartare quelle bacate. Intaccare le castagne, come si fa quando si vuole cuocere al forno, metterle crude in sacchetti e quindi congelare.

All’occorrenza andranno scongelate e prontamente cotte.

Oppure

Arrostire le castagne, sgusciarle e poi porle nel freezer: al momento di mangiarle riscaldarle nel forno.

Sotto la sabbia o sotto la segatura

Un altro metodo molto valido che non altera le caratteristiche organolettiche delle castagne, consiste nel mettere  le castagne in un contenitore e coprirle con segatura o sabbia.

Curiosità : Proprietà e calorie delle castagne

Pin It
Loading Disqus Comments ...
Loading Facebook Comments ...