Ovuli: raccolta e foto

Ecco le foto di due bellissimi ovuli, Amanita caesarea,  raccolti nel bosco da mio figlio Francesco: consigli per la raccolta di questo prelibato fungo commestibile che viene consumato cotto, crudo, all’insalata e al carpaccio.
Questo fungo, abbastanza raro e conosciuto anche con il nome di “tuorlo d’uovo” o ovolo buono, cresce nelle zone asciutte e ventilate di boschi di castagni e querce, ad altitudini generalmente inferiori ai  ai 1000 metri. 
Raccolta
Gli ovuli sono funghi che vanno raccolti seguendo delle norme ben precise sia per evitare intossicazioni anche molto gravi visto la sua somiglianza con un varietà altamente tossica con la quale spesso va confuso sia per prolungarne la comparsa anche negli anni a venire.
Norme per la raccolta
Quando si va per i boschi alla ricerca dei funghi è consigliabile munirsi di un cesto e di un coltello ben affilato.

I funghi vanno raccolti quando sono completamente schiusi; il cappello deve essere ben visibile così anche le lamelle che compongono il micelio per evitare confusione con le specie tossiche.
Se non si possiede alcuna conscenza al riguardo è meglio non raccoglierli o quantomeno evitare assolutamente di raccogliere esemplari allo stato di “uovo sodo o ovolo” perché in questa fase di crescita le spore (cellule della riproduzione) non possono disperdersi nell’ambiente e sia perché è più facile la confusione con altre specie velenose che spesso solno anche mortali.
Ogni qualvolta si raccoglie un fungo è buona norma raschiare il gambo ricoperto di terricciocon il coltello per favorire la dipersione delle spore nel loro ambiente naturale.
Per avere la certezza che i funghi raccolti sono commestibili è preferibile farli visionare dai centri competenti dislocati sul territorio.
L’insalata di ovuli ha un sapore unico, provate la ricetta.

Pin It

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>