Rocce artificiali in giardino – realizzazione

Realizzare una finta pietra non è difficile e con un po’ di pazienza è possibile ottenere delle rocce dall’aspetto quasi naturale. Del resto, per la realizzazione di un giardino roccioso, spesso si è costretti ad un esborso economico anche impegnativo, mentre ricorrendo al fai-da-te, cosa che poi tutti i giardinieri dilettanti sanno già fare benissimo per conto loro, è possibile realizzare un notevole risparmio. Quella che andrò ad esporre, è la tecnica per realizzare il tufo artificiale, ma con le opportune variazioni, è possibile realizzare qualsiasi tipo di finta roccia.

Si comincia con lo scavare, in una zona poco frequentata del giardino, delle buche di varie dimensione e dalla forma irregolare, questo anche per il fondo della buca stessa, tenendo presente tuttavia che, esagerando con le dimensioni, ci si potrebbe poi trovare nella impossibilità di recuperare il manufatto. Ad ogni modo, è anche possibile realizzare pietre decisamente più grandi, ma in quel caso sarà necessario servirsi di una cassaforma in legno, posizionata nel posto di destinazione finale della finta roccia.

Una volta realizzate le buche, sarà necessario sistemare delle pietre sul fondo dello scavo, in modo da poter ottenere, una volta rimosse le pietre, quelle famose irregolarità e tasche nelle quali sistemare le piantine nel rock garden. Si dovrà ora preparare un impasto utilizzando una parte di cemento, una di sabbia e due di torba, e per parti si intende per volume.

Aggiungere  acqua e mescolare fino ad ottenere un composto  consistente, ma sufficientemente malleabile, impasto che verrà colato nelle buche appena preparate, servendosi di una cazzuola per rifinire la parte superiore a livello del terreno, che poi sarà la base della finta pietra, e aiutandosi anche con un bastone per pistonare bene l’impasto in modo da evitare la formazione di bolle d’aria.

Trascorsa una settimana, sarà possibile rimuovere le rocce così realizzate dal terreno, ma hanno bisogno ancora di una settimana di, potremmo dire, stagionatura, per cui vanno ricoperte con un sacco e lasciate riposare in attesa della loro definitiva sistemazione.

Pin It

Un commento per “Rocce artificiali in giardino – realizzazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>