Rincospermum o gelsomino coltivazione cure

Rincospermum o gelsomino, coltivazione e cure – guida al giardinaggio e consigli pratici

Il rincospermum è un arbusto rampicante sempreverde con profumatissimi fiori bianchi, ideale per pergole, siepi di separazione, abbellimento di muri e ringhiere.

Caratteristiche del gelsomino/rincospermum

Il rincospermum è un arbusto sempreverde rampicante originario della Cina, Giappone, Corea e Vietnamche si presenta con foglie piccole e ovate, fiori bianchi a forma di piccole stelle e numerosi rami che si intrecciano formando una fitta parete di colore verde brillante.

I rami o tralci si allungano anche fino a 10-12 metri. Le foglie opposite e lucide, a maturità, hanno un bel colore verde scuro; nei climi più freddi, al sopraggiungere dell’autunno, specie se in condizioni di elevata umidità, possono assumere una colorazione arancio-rossastra.

Fioritura della pianta del Falso Gelsomino

Il rincospermum fiorisce due volte all’anno, copiosamente nel periodo maggio- luglio e un pò meno dopo la metà di agosto-

Coltivazione del Rincospermo

Esposizione: il rincospermum ama i luoghi soleggiati, a ridosso di muri, di pergole o gazebi.

Annaffiature: annaffiature abbondanti d’estate specialmente per le piante allevate in vaso e scarse d’inverno.

Terreno: il ricospermum ama i terreni non molto compatti, ben drenati e ricchi di materia organica.

Concimazioni: periodiche con concimi granulari a lento rilascio specifici per piante da fiori. In fase di crescita somministrare concimi ricchi di azoto.

Rinvaso

Le specie coltivate in vaso hanno bisogno di rinvasi annuali. Il rinvaso va effettuato in primavera utilizzando contenitori più grandi e nuovo terriccio.

Moltiplicazione del rincospermum

Possiamo moltiplicare il rincospermum tramite divisione dei cespi in inverno o talea semilegnosa in estate.

Ecco la Guida approfondita alla moltiplicazione del gelsomino

Potatura rincospermum

Potatura del gelsomino

Il falso gelsomino o rincospermo richiede una radicale potatura dei rami secchi e una leggera cimatura di quelli giovani per favorirne l’infoltimento.

Malattie e parassiti del rincospermum

Il gelsomino teme in particolare attacchi della cocciniglia ed alcune malattie fungine.

Cure del gelsomino

Trattamento anticrittogamico periodico e lavaggio fogliare se attaccato dalle fumaggini.

Pin It

21 commenti per “Rincospermum o gelsomino coltivazione cure

  1. un rincospermum in vaso potato ogni 2 anni in modo dolce per favorire l'emissione dei getti laterali, evitare i ristagni idrici e asportare i fiori appassiti per facilitare la seconda fioritura.

    • Ciao, il riconspermum attira gli insetti come tutte le altre piante da fiore.
      La loro presenza è utile per la lotta ai parassiti che attaccano le piante.
      Saluti

    • Ciao, il rincospermum è una pianta ornamentale sempreverde che perde normalmente le foglie prima o durante la fioritura: le foglie prima ingialliscono e poi cadono per essere sostituite da quelle nuove con l'emissione di nuovi germogli. Se vuoi un ricospermum bello e rigoglioso a fine fioritura per favorire l'infoltimento e l'emissione di nuovi getti puoi praticare anche una drastica potatura.
      Saluti LauraB

  2. ciao, vorrei fare una siepe in vaso su 8 metri di muro con rete alta 1.80 m …

    ho vasi 60x30x28 quante piante metto ogni vaso e a che distanza l’una dall’altra?

    grazie Domenico

    • Ciao, il rincospermum è una pianta ornamentale sempreverde che abbellisce balconi, muri, gazebi durante tutto l’anno e nel periodo della fioritura (2 volte)i suoi fiori emanano un soave profumo avvertibile a diversi metri di lontananza. Questa pianta per crescere forte e rigogliosa necessita di un terreno fertile e divasi abbastanza capienti. La misura del vaso indicata può ospitare al massimo un rincospermum in quanto esso crescerà in breve tempo in lunghezza e larghezza. La distanza giusta è di 1 metro. Saluti LauraB

  3. salve! vorrei il vostro parere in merito al fatto che il mio Rinco in cassette grandi, da anni in questa stagione perde tantissime foglie; quest’anno – un mese fa – ho fatto rinnovare la terra e tagliare le radici; provvedo con regolari concimature in giusto dosaggio, ecc… LA DOMANDA E’ LA SEGUENTE: potrebbe esserci un nesso tra la perdita copiosa delle foglie ed il fatto che utilizzo le pastiglie insetticide ed aficide della Bayer, sempre nei dosaggi consigliati, direttamente nella terra? Grazie per l’aiuto!

    • Il Rincospermum è una pianta a sviluppo rampicante che necessita di molto spazio, di esposizioni soleggiate, terreno fertile e ben drenato. La perdita delle foglie può essere attribuita alla causata dalla fumaggine, una malattia che soffoca le foglie, rallenta la fotosintesi e pertanto la pianta mal nutrita perde le foglie. In questo caso lavare le foglie con prodotti detergenti a base di sapone di marsiglia oppure eseguire un trattamento con un anticrittogamico a base di rame (poltiglia bordolese o ossicloruri di rame).

  4. ….Aiuto…-tre settimane fa ho comprato due piante di rincospermum alte circa due metri(da un vivaio vicino a casa mia) per piantarle a terra nel giardino.Nel punto in cui dovevo piantarle la terra era battuta, il fioraio mi ha cosigliato di fare due buche di cira 60 cm di diametro per 60 cm di profondità e interrarle con del terriccio comprato in sacchetti, quindi le ho piantate e innaffiate.I rami pricipali di entramde le piante erano attorcigliati, gli ho sciolti delicatamente, ma non del tutto e li ho attorcigliati per quanto era possibile a una ringhiera.Adesso mi stò accorgendo che stanno appassendo,i germogli e le foglie si sono afflosciati cosa devo fare? Ciao grazie per l’aiuto.

    • Il rincospermum ha subito un trauma. Suggerisco di potare i rami spezzati e con le foglie appassite, in questo modola pianta emetterà nuovi getti sani e vigorosi.

  5. Salve!! Il mio rincospermum pur dopo essere stato trattato da antiafidi continua ad avere gli afidi in tutte le nuove piccole foglioline che vengono attaccate si accartocciano e seccano gli ho dato un secondo trattamento dopo 20 gg ma niente anzi mi sembra che le foglie peggiorino ingialliscono si incartocciano e muoiono cosa mi consigliate??!
    Le piante sono in vaso attaccate a una griglia di legno a muro piante giovani di uno due anni concimate con concime a lento rilascio vasi molto grandi innaffiate ogni due giorni esposte abbastanza al sole grazie di tutto ciao Alberto!!

  6. Vorrei creare un pergolato sul viale di ingresso della mia villetta e vorrei sapere, se ricoprissi la struttura in legno di circa 30 m/q con rincospermum la possibilita’ di invasare le piante e cortesemente vorrei sapere il numero di vasi da utilizzare e le dimensioni.
    Premetto che i pilastri portanti saranno 6 di un altezza di 2.3 m/t.
    Gradirei che mi copiaste anche sul mio indirizzo elettronico.
    Anticipatamente ringrazio
    Nico

    • Il Rincospermum o falso-gelsomino è una pianta ornamentale a portamento rampicante caratterizzato da una rapida crescita. Nel giro di pochi anni produce tralci in parte volubili che si allungano fino a 10-12 metri. Per poter crescere in modo vigoroso i vasi destinati ad accoglierlo devono avere un diametro minimo di 60 centimetri.Le specie coltivate in vaso hanno bisogno di rinvasi annuali e in questo caso, risulterebbe alquanto difficile.Se la pergola è circondata da terra è preferibile impiantare il Rincospermum direttamente a dimora a distanza di circa 1 metro Per farti un’idea più precisa guarda la foto su: http://casa.atuttonet.it/casa-giardino/rincospermum-o-gelsomino-coltivazione-cure.php

  7. buongiorno,ho piantato dei Rincospermum alti circa 2mt,sotto una pianta di noce alta circa 20 mt,ma la crescita si è completamente fermata e inoltre sono cadute quasi tutte le foglie macchiandosi di rosso…aiutatemi amo questa pianta.. grazie anticipatamente.

  8. Salve! Io devo spostare da terra tre rincospermum già abbastanza grandi, perchè devo abbattere un muretto e quindi sono costretta a riposizionarli a una distanza di quattro metri da dove si trovano ora. Il problema è che sono in fioritura e vorrei evitare che subiscano un trauma. Se scavo una grossa buca senza intaccare le radici prima di riposizionare la panta nel nuovo sito, posso evitare i danni sperando che non appassisca? Grazie mille

    • Spostare un rincospermum da un luogo all’altro del giardino certamente traumatizzerà l’apparato radicale della pianta che sarà alquanto espansa. Bisogna evitare il taglio delle stesse mantenendosi ad una distanza di sicurezza e cercare di non portarle a nudo e, per quanto possibile imbrigliate nel loro pane di terra. Ripiantalo subito a fine fioritura in una buca molto più ampia della precedente e fornisci un tutore a sostegno della parte aerea. Per le prime due settimane annaffialo abbondantemente evitando però il ristagno idrico.

  9. Buongiorno, vivo a Siena. Ho piantato un anno fa in 2 vasi in cotto 80×30 due piante di rincospernum di circa 130 cm di altezza, una per vaso, addossate ad un graticciato divisorio in legno esposto a sud-est dal mio lato, ma ovviamente prendono luce anche sul retro fino al tramonto dato che il mio vicino non ha messo rampicanti. Sono cresciute e hanno quasi completamente coperto il graticciato di 2 mt. Sempre l’anno scorso, negli stessi vasi ho piantato ai lati 4 gerani. Durante l’inverno ho protetto i vasi e i rincospernum fino all’altezza di un metro circa. Tutte le piante hanno resistito bene alle temperature rigide di queste parti, a inizio primavera ho concimato con stallatico granulare, rimosso la terra, tolto le erbacce. Hanno germogliato e, anche se in ritardo a causa del maltempo, hanno cominciato a fiorire. Circa 3 settimane fa i 2 rampicanti hanno cominciato a soffrire: le foglie sono completamente floscie, di un verde chiaro. Anche 2 gerani su 4 sono malati. Non può essere dipeso dagli anomali forti sbalzi di temperatura perchè ho altre 4 piante di rincospernum tutte in vaso che stanno benone (foglie verde scuro e consistenti, fioritura abbondante), il trattamento è stato identico (concimazione, potatura, annaffiature). Può essere un parassita o un fungo o che altro? Non ci sono afidi o altri insetti sia per il clima rigido e piovos avuto fino ad oggi, che ne ha impedito il proliferare, sia perché ho fatto un leggero trattamento preventivo antiafidi ai primi caldi con macerato d’ortica diluito. Non vorrei che la malattia attaccasse le altre piante di rincospernum. Ho anche pensato di potare tutto, ma se si tratta di qualche cosa nel terreno, scoprirei inutilmente il graticciato … Spero possiate aiutarmi a capire cosa è successo. Grazie!

  10. buongiorno,io ho circa 60 metri di ricospermum lungo il muro di cinta aggrappato alla rete,le piante hanno circa dieci anni.Gia’lo scorso anno se ne sono seccate 5,quest’anno altre 4 stanno facendo la stessa fine.Iniziano prima a perdere il colore verde,poi diventano gialle e infine rosse come l’acero,seccandosi completamente.Ho chiesto informazioni,mi hanno detto che la pianta ha fame,ma l’acqua non gli manca,e generalmente la concimo con granulare.Le tratto anche con olio bianco e insetticida.Il terreno stando in zona mare è sabbioso,vorrei sapere se c’è una malattia che colpisce,le radici hanno i capillari a galla.Mi hanno consigliato di mettere del terriccio,acqua e concime.Anche al mio vicino se ne sono seccate 2,ma quelle sono trascurate,e non sono vicine.Per cortesia fatemi sapere anche tramite i mail,GRAZIE

  11. Salve, vorrei piantare il falso gelsomino per creare una siepe a ridosso di un muro di confine. Lo spazio è lungo (2.5m ca.)ma stretto (60 cm ca.). In questo spazio già ci sono 3 piccoli gerani..il falso gelsomino ce la farà a crescere? Altra informazione: c’è poca luce del sole perché lo spazio è coperto dallafronda di un albero (lauro cCeraso) e c’è muro di confine. Ce la farò?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>