Cineraria – Senecio – coltivazione

Senecio

Caratteristiche generali del Senecio cruentus o Cineraria cruenta

Al genere Senecio, nome comune Cineraria, della famiglia delle Compositae (Asteraceae), appartengono numerose varietà di piante erbacee annuali, biennali, perenni, rustiche o semirustiche, coltivate a scopo ornamentale in appartamento o in piena terra. Tra le circa 3000 specie, le più note sono la Cineraria marittima o Senecio maritimus e la Cineraria cruenta, Senecio cruentus.

La Cineraria cruenta è una pianta, cespugliosa e compatta composta da numerosi fusti erbacei alti  20 -30 cm sui quali sono inserite foglie lobate di colore verde scuro. Agli apici degli steli, durante il periodo della fioritura, sbocciano vistosi fiori simili a margherite il cui colore dei petali varia dal bianco al rosa, dal rosso porpora al viola, dall’azzurro al blu.

Senecio elegans

Quasi sempre la parte basale dei petali, quella  che fa da contorno al bottone centrale, è di colore bianco. Altre varietà invece hanno petali di un solo colore.

Cineraria-Senecio

Fioritura: fiorisce in primavera, tra aprile e maggio.

Senecio-Cineraria-coltivazione

Coltivazione della Cineraria – Senecio

Esposizione: teme i raggi diretti del sole ma per fiorire copiosamente e a lungo necessita di esposizioni luminose.

Terreno: predilige terreni soffici, umidi, ricchi di sostanza organica e ben drenati.

Annaffiature: è una pianta che va annaffiata abbondantemente con acqua a temperatura ambiente facendo attenzione a non bagnare le foglie.

Concimazione: è una pianta di breve durata primavera) e pertanto è inutile somministrare fertilizzanti.

Cineraria

Moltiplicazione della Cineraria

La pianta si moltiplica per seme nel  mese di maggio per fioriture invernali o nel mese di luglio per la la fioritura primaverile.

I semi vanno messi a germinare in terriccio specifico mantenuto costantemente umido. La temperatura di germinazione deve essere di  15 C°. Le nuove piantine dopo un mese dalla germinazione vanno poi trasferite in vaso.

Cineraria- Senecio Cimatura 

Si cima la parte apicale dei fusti per favorire l’emissione di nuovi getti cimare e si  recidono del tutto solo le parti secche o danneggiate.

CinerariaParassiti e Malattie

Teme gli attacchi degli afidi verdi visibili anche ad occhio nudo a ridosso dei boccioli floreali.

Pin It

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>