Ragadi del seno cause e cure

ragadi-seno-cause-cura

La ragade definita come una fessurazione o ulcerazione della cute si manifesta con una certa incidenza a carico del seno nelle donne durante la prima settimana di allattamento.

Sintomi e cause

Le ragadi del seno che colpiscono soprattutto la zona del capezzolo sono generalmente ulcerazioni a bordi netti che si presentano sotto forma di piccoli tagli molto dolorosi la cui comparsa è dovuta a diverse cause quali:

  • scarsa o insufficiente preparazione del seno durante la gravidanza;
  • impiego di creme non idonee;
  • scarsa igiene del capezzolo prima e dopo l’allattamento;
  • uso di reggiseni troppo stretti;
  • posizione scorretta del bambino durante la poppata;
  • sforzo del bambino durante la suzione;
  • predisposizione della cute.

Le ragadi del seno sono molto dolorose, talvolta è presente anche sanguinamento e la secrezione lattea tende naturalmente a diminuire.

La donna affetta da ragadi al seno a causa del forte dolore tende a non allattare più.

Cosa fare in presenza di ragadi al capezzolo

Tranne in casi eccezionali e sempre sotto consiglio medico, l’allattamento al seno, nelle maggior parte dei casi, non va sospeso del tutto poichè è sufficiente alternare un pasto al seno e l’altro al poppatoio estraendo il latte con il tiralatte fino a completa guarigione.

decotto-centella-per-ragadi

Cure per le ragadi al seno

Per evitare l’insorgenza delle ragadi e per accelerare la guarigione se presenti si possono usare pomate a base di lanolina arricchita da vitamine A e D oppure far ricorso a pomate a base di burro karitè ed erbe medicinali ad azione lenitiva, emolliente e cicatrizzante come calendula e centella asiatica da applicare con leggeri massaggi dopo ogni poppata.

Oltre all’uso delle creme specifiche è importante l’apporto nella dieta giornaliera di alimenti ricchi di vitamina E e C che favoriscono la cicatrizzazione delle ferite che nello stesso tempo non alterano il sapore del latte.

Alimenti consigliati: oli vegetali, cereali integrali, uova, carote, peperoni, asparagi, verdura a foglia larga e agrumi.

asparagi

Impacchi e lavaggi per ragadi del seno

Per un sollievo immediato molto efficace il decotto per ragadi. Dopo ogni impacco asciugare il capezzolo ed esporlo all’aria.

Prevenzione delle ragadi

Per ridurre il rischio di formazione di ragadi si può optare per l’uso di coppette paracapezzoli.

Pin It

2 commenti per “Ragadi del seno cause e cure

  1. ahia! che male che devono fare. complimenti descritte benissimo, lo so perche mia moglie le ha avute quando è nato nostro figlio.volevo dire una cosa che magari è anche utile, lei usava per farle passare holoil, un olio che serve per le ragadi e altri problemi della pelle e le sono passate molto in fretta. glielo avevo preso io in farmacia ordinandolo.

  2. Per la mia esperienza molto utile è stato l’uso del reggiseno in fibroina di seta dermasilk. Questo reggiseno appena indossato mi ha fatto sparire subito il dolore e in breve tempo mi ha pure cicatrizzato i taglietti delle ragadi. Dermasilk è un tessuto naturale protetto da antimicrobico permanente che tiene sempre pulita la pelle e la protegge da microbi. Me lo aveva consigliato la pediatra e devo dire che ha funzionato. L’acquisto l’ho fatto telefonicamente all’azienda IT che lo produce.

    Per sentire una sensazione di benessere sui capezzoli ho usato lanolina pura dopo ogni poppata. Non serviva lavarla o toglierla.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>